Home » Esenzioni

Esenzioni

Esenzioni per patologia

Sono esenzioni legate a determinate patologie quali diabete mellito, ipertensione arteriosa, patologie tumorali etc.. Danno diritto alla gratuità solo per alcuni accertamenti diagnostici correlati alla patologia in oggetto. L'attestato viene rilasciato dalla ASL previa richiesta del medico di famiglia. Anche la dispensa da parte del S.S.N. di alcuni farmaci è legata alla presenza di determinate malattie che verranno attestate dal medico di famiglia aggiungendo sulla ricetta una nota (aifa). Tra le più importanti ricordiamo la nota 79 riguardante i farmaci per la cura dell'osteoporosi. La nota potrà essere inserita dal medico in presenza di osteoporosi documentata con la densitometria (deve raggiungere una certa gravità valutata in T-score) oppure nel caso il paziente abbia riportato una frattura vertebrale o femorale correlabile all'osteoporosi, ossia non traumatica. Il medico di vostra fiducia valuta il diritto all'esenzione. Si ricorda inoltre, che la prescrizione impone delle limitazioni che non sono soggette alla discrezionalità del medico prescrittore, che comunque è sottoposto a controlli e sanzioni disciplinari nel caso di abusi. La prescrizione di atri farmaci invece è legata alla compilazione di un piano terapeutico da parte di specialisti che lavorano c/o le strutture pubbliche, e verrà posto all'attenzione del medico curante. Il piano terapeutico ha una validità temporale e deve essere rinnovato periodicamente se si ravvisa la necessità di una prescrizione continuativa.  

Esenzioni Codici

I codici sotto riportati devono essere applicati per poter fruire delle agevolazioni spettanti. Le esenzioni legate al reddito sono legate al reddito familiare, riguardano gli accertamenti diagnostici, e vengono attestate al momento del pagamento del ticket da parte del personale ASL, e non dal personale medico. Il responsabile unico è il paziente che autocertifica il proprio reddito inferiore a quello stabilito dalle annuali finanziarie. Ci sono responsabilità penali (reato di truffa) per chi autocertifica un reddito non conforme a quello dichiarato, e la ASL procede al recupero delle somme in danaro non versate.
Si ricorda inoltre che fa fede il reddito familiare, per cui per avere diritto all'esenzione per reddito, il paziente non deve essere compreso in uno stato di famiglia che supera il reddito minimo.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE ALLA SPESA FARMACEUTICA DEI
                               CITTADINI ABRUZZESI
 
 
€ 0,50 PER CONFEZIONE DI FARMACO CON UN MASSIMO DI 1 € A RICETTA.
 
PAGANO, INVECE, 0,25€ PER CONFEZIONE CON UN MASSIMO DI 0,50€
A RICETTA:
1) INVALIDI CIVILI CON RIDUZIONE DELLA CAPACITA’ LAVORATIVA
     SUPERIORE AI 2/3.(CODICE C03).
2) INVALIDI CIVILI DI ETA’ INFERIORE AI 18 ANNI CON INDENNITA’ DI
     FREQUENZA: DIFFICOLTA’ A SVOLGERE I COMPITI E LE FUNZIONI
     DELLA PROPRIA ETA’ O IPOACUSICI (la concessione della indennità di
     frequenza è subordinata al requisito reddituale ed è limitata al periodo
     di effettiva frequenza del centro ambulatoriale o scuola ed è incompatibile 
     con qualsiasi forma di ricovero).(CODICE C04).
3) INVALIDI DI GUERRA DALLA 6a alla 8a CATEGORIA. (CODICE G02).
4) INVALIDI PER LAVORO DAL 67 AL 79 %. (CODICE L02).
5) INVALIDI PER LAVORO DAL 35 AL 66% (CODICE L03).
6) INFORTUNATI SUL LAVORO O AFFETTI DA MALATTIE PROFESSIONALI   
     DALL’11 AL 34%.(CODICE L04).
7) INVALIDI PER SERVIZIO DALLA 6a alla 8a CATEGORIA.(CODICE S03).
 
LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE NON SI APPLICA AI FARMACI NON COPERTI
DA BREVETTO CHE SI ADEGUANO AL PREZZO DI RIFERIMENTO REGIONALE.
 
NON PAGANO ALCUNA QUOTA DI PARTECIPAZIONE:

1)INVALIDI CIVILI CON RIDUZIONE DELLA CAPACITA’ LAVORATIVA PARI
    AL 100% SENZA ASSEGNO DI ACCOMPAGNAMENTO (CODICE C01).
2)INVALIDI CIVILI CON RIDUZIONE DELLA CAPACITA’ LAVORATIVA PARI
    AL 100% CON ASSEGNO DI ACCOMPAGNAMENTO (CODICE C02).
3) CIECHI E SORDOMUTI INDICATI DAGLI ARTICOLI 6 E 7 DELLA LEGGE
     2 APRILE 1968 N. 482 (CODICE CIECHI:C05 .CODICE SORDOMUTI:C06).
4)INVALIDI DI GUERRA DALLA 1a alla 5a CATEGORIA).(CODICE G01).
5)INVALIDI PER LAVORO DALL’80% AL 100% (CODICE L01).
6)PAZIENTI IN POSSESSO DI ESENZIONE IN BASE ALLA LEGGE 210 DEL
    25/2/1992. (Indennizzo a favore di soggetti danneggiati da complicanze
    di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie,trasfusioni,
    somministrazione di emoderivati.) (CODICE N01).
7)GRANDI INVALIDI PER SERVIZIO 1a CATEGORIA (CODICE S01).
8)INVALIDI PER SERVIZIO DALLA 2a ALLA 5a CATEGORIA (CODICE S02).
9)VITTIME DEL TERRORISMO (LEGGE 302/90 EX ART.5 COMMA 6 D.Lgs
    124/1998. (CODICE V01)
10) SOGGETTI TITOLARI DI ASSEGNO (EX PENSIONE) SOCIALE E LORO
       FAMILIARI A CARICO (ART.8 COMMA 16 DELLA LEGGE 537/1993 E
       SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI). (CODICE E03).
11)SOGGETTI APPARTENENTI AD UN NUCLEO FAMILIARE CON REDDITO
      ANNUO FINO A 10000 € INCREMENTATO DI 750 € PER OGNI FIGLIO A
      CARICO,FINO AD UN MASSIMO DI 2250 € DI ELEVAZIONE.(CODICE E05).
 
NON PAGANO,ALTRESI’, ALCUNA QUOTA DI PARTECIPAZIONE LIMITATAMENTE
AI FARMACI CONNESSI AL TRATTAMENTO DELLA PATOLOGIA:
 
1)SOGGETTI AFFETTI DA PATOLOGIE CRONICHE ED INVALIDANTI ESENTI AI
    SENSI DEL DECRETO MINISTERIALE 28/05/1999, N.239 E SUCC. D.M.
    21/05/2001 N.296. (CODICE 0 SUBCOD. DA 01 A 56)
2)SOGGETTI AFFETTI DA PATOLOGIE RARE ESENTI AI SENSI DEL D.M. 18/05/2001
    N.279. (CODICE R SUBCOD. DA Aannn a Qannn)
3)SOGGETTI ESENTI PER STATO DI GRAVIDANZA(EX DEC. MIN. 10/09/1998) IN
    GRAVIDANZA ORDINARIA E GRAVIDANZA A RISCHIO. (CODICE: GRAVIDANZA
    ORDINARIA: M da 01 a 41 (M + nn –settimana di gravidanza-)OPPURE M99
    (CODICE ALTERNATIVO,QUALORA IL MEDICO NON FOSSE IN GRADO DI
    QUANTIFICARE ESATTAMENTE LA SETT. DI GESTAZIONE).
    GRAVIDANZA A RISCHIO:M50.

CODICI PARTICOLARI     R99 Parenti di portatori di malattie rare (es. emofilia - emocromatosi) che vogliano eseguire delle indagini per il riconoscimento della condizione patologica (es. test per emocromatosi).

Esenzioni per invalidità

Vengono rilasciate dalla ASL. Riguardano invalidità superiori al 67% che danno diritto all'esenzione dal pagamento del ticket; invalidità di servizio e per infortuni sul lavoro relative alle patologie correlate.

Esenzioni in gravidanza

Sono relative all'età gestazionale ed alla gravidanza a rischio. Sono relative solo a determinati accertamenti diagnostici. Il certificato relativo all'interdizione dal lavoro per gravidanze a rischio deve essere rilasciato dal ginecologo di fiducia ed inoltrato all'Ispettorato del lavoro.

Livelli essenziali di assistenza (LEA)

Le prestazioni che rientrano nei LEA  sono gratuite. Ne diamo un esempio. La mammografia rientra nei LEA e quindi nella gratuità se eseguita tra i 45 ed i 69 anni ed ogni 2 anni.  Un piccolo elenco comprende: colonscopia sopra ai 45 anni ogni cinque anni - PAP test ogni 3 anni - Densitometria sopra i 65 anni o se presenti determinate patologie.